Dove osano le api: un volo verso sostenibilità ed efficienza

Avete idea di quanti km percorre un’ape per farci fare merenda? La risposta è sorprendente! Oltre 2000 km per un cucchiaino di miele! Sembra impossibile vero? In un certo senso lo è… In quanto non sarà mai la singola ape a far sì che possiamo gustare la nostra merenda ma ciò sarà possibile grazie al lavoro congiunto di un intero alveare… Ovvero in media 40 mila api! Questo esempio ci aiuta a capire come ognuno di noi sia di per sé non sufficiente ma allo stesso tempo fondamentale nell’apportare il proprio contributo per pensare a un futuro migliore e più sostenibile!

In un nostro post del mese scorso (Opportunità per un consumo più sostenibile) abbiamo introdotto il tema dell’economia circolare partendo di fatto dalla fine… Ovvero da quanto e come consumiamo, riflettendo sul nostro approccio al consumo… Oggi riprendiamo il tema a monte, approfondendo i vantaggi di una filiera corta e sostenibile. Abbiamo parlato di api non a caso! Il primo esempio di azienda che vi presentiamo lavora proprio con le api ed è 3Bee, startup innovativa che ha pensato agli apicoltori oltre che a tutti gli amanti del miele! Se siete apicoltori 3Bee può mettervi a disposizione una serie di strumenti di monitoraggio e sensoristica che vi permetteranno di monitorare in qualsiasi luogo le vostre arnie, tenendo sotto controllo la produzione e lo stato di salute dell’alveare, tutto attraverso una semplice applicazione gratuita, avrete le vostre arnie a portata di click! Grazie all’applicazione ottimizzerete la gestione delle arnie, risparmiando costi e tracciandone gli spostamenti, minimizzando quindi il rischio di furti… Ma non solo! Grazie a 3Bee potrete vendere il vostro miele direttamente al cliente finale senza intermediazioni di alcun grossista! Questo è un esempio di filiera corta dove chi produce può raggiungere il proprio cliente direttamente e i clienti, ovvero tutti noi, possiamo supportare una o più realtà produttive locali. E proprio 3Bee ha pensato anche a chi non lavora direttamente con le api ma ha piacere ad apprezzare il loro prodotto! Con 3Bee infatti possiamo tutti adottare un alveare, scegliere il quantitativo di miele che desideriamo ricevere a fine stagione e monitorare la crescita del “nostro” alveare, creare un legame con le nostre api, apportando concretamente il nostro contributo! E questo è fondamentale, non solo in ottica di pensare a un futuro diverso dove la circolarità dell’economia e maggiore sostenibilità saranno principi cardine della nostra società, ma proprio perché non c’è futuro senza api in quanto “responsabili” della resa di buona parte dei raccolti e dei prodotti ortofrutticoli su cui basiamo la nostra sopravvivenza!

Per ottenere un ottimo miele non è però sufficiente curare con amore le nostre api ma è fondamentale avere un occhio di riguardo anche per le nostre piante! Ha pensato a questo il secondo servizio che vi presentiamo: Biorfarm! Biorfarm, partner del network Blimey, realtà giovane e italiana, dà a tutti l’opportunità di diventare un po’ agricoltori, creando il proprio “campo digitale”. Con Biorfarm possiamo letteralmente scegliere di adottare un albero e godere del raccolto che sarà inviato direttamente a casa nostra, senza intermediari. Ciò significa frutta fresca e di stagione… Ma non solo! Adottare un albero significa poterlo vedere, significa creare un legame con la terra e l’azienda agricola che lo coltiva, significa supporto concreto alla nostra agricoltura (seppur a distanza) che va molto oltre la semplice (ma fondamentale) qualità dei prodotti. Scegliere Biorfarm significa diventare paladini di una filiera corta, sostenibile e diversa che ci garantirà in primis qualità e freschezza della frutta che riceveremo a casa, riducendo passaggi tra grossisti e altri intermediari e minimizzando i periodi di stoccaggio dei prodotti. Con Biorfarm la frutta arriverà sulle nostre tavole in massimo 48 ore, una rivoluzione rispetto ai tempi della filiera “tradizionale” che prevede fino a 6 mesi di conservazione in celle frigorifere!

E se sentirvi “agricoltori digitali” per voi è troppo poco e cercate qualcosa di diverso che vi dia qualche consiglio per mettere concretamente le mani… in terra, vi segnaliamo Yougardener , il servizio che vi permetterà di “conoscere, usare e amare le piante”, ricercare la tipologia di pianta in linea con le vostre esigenze, per tipo di suolo o esposizione alla luce e acquistarle direttamente online dai migliori vivai italiani. Ma non solo, Yougardener mette a disposizione sul proprio sito una serie di guide per imparare ad accudire le vostre piante e diventare un giardiniere provetto, che abbiate ampi spazi verdi o solo qualche metro di terrazzo a disposizione!

Scegliere quindi di adottare un alveare o un albero, piuttosto che imparare a conoscere il proprio verde, non sarà solo di soddisfazione per noi stessi, ma significa concretamente iniziare a concepire un modo diverso di rapportarsi con l’ambiente e viverlo in maniera differente; significa migliore qualità dei prodotti che consumiamo, maggiore efficienza per il sistema complessivo nonché sostegno e opportunità di sviluppo economico grazie al supporto alle nostre produzioni locali! Ricordiamoci… Un’ape forse non vola da sola oltre 2000 km per produrre qualche grammo di miele per la nostra merenda… ma tutti insieme abbiamo l’opportunità di “volare” verso un obiettivo comune che sarà veramente alla portata di tutti!

Noi di Blimey ci siamo, scegli anche tu di esserci e diventa un blimer!


79 visualizzazioni0 commenti